Come emigrare in Svizzera

Per un cittadino europeo, emigrare in Svizzera è piuttosto semplice, perché non occorre altro che la propria carta d’identità o il passaporto. Stabilirsi in Svizzera per vivere invece non è immediato, sarebbe opportuno prima fare una serie di valutazioni.

La Svizzera è uno dei 5 paesi al mondo più ricchi e con il costo della vita più alto. I salari sono commisurati ai costi alti certamente, comunque occorre sapere che gli affitti sono molto dispendiosi e che l’assistenza sanitaria è privata.

Per lavorare in Svizzera, bisogna richiedere un permesso di soggiorno che si ottiene abbastanza facilmente con un contratto di lavoro regolare.

Tale permesso va richiesto entro 14 giorni dal proprio arrivo in Svizzera, presso l’ufficio immigrazione, presentando i propri documenti e la copia del contratto di lavoro.

Per vivere in svizzera serve un permesso come per lavorare

Le tipologie di permesso per vivere e lavorare in Svizzera sono diverse. Vediamo di seguito quali sono:

  • Permesso B: dura 5 anni, si ottiene con un contratto di lavoro di almeno 1 anno e può essere prolungato ogni 5 anni se si mantengono le condizioni necessarie. Si può ottenere anche come pensionati, oppure dimostrando di avere rendita tale da non gravare sulle casse dello stato svizzero o come lavoratori autonomi;
  • Permesso C: si riferisce al domicilio e viene rilasciato dopo 5 o 10 anni di permanenza continuativa in Svizzera;
  • Permesso G: è il permesso riservato per i frontalieri, ovvero per coloro che abitano nelle zone di confine e che hanno un’attività di lavoro in svizzera, anche come dipendenti. I frontalieri mantengono la residenza nel luogo di origine ed hanno l’obbligo di rientrarvi almeno una volta alla settimana;
  • Permesso L: necessario per le persone che vogliono vivere in Svizzera per un tempo che sia inferiore ad un anno;

Per maggiori informazioni sulle tipologie di permesso: https://www.swissinfo.ch/ita/permessi-di-lavoro/29387380

Trovare un lavoro dopo aver ottenuto il permesso in svizzera

Una volta in possesso di un contratto di lavoro è più semplice riuscire ad affittare un appartamento.

In genere si tratta di affitti tramite agenzia, la quale richiede diverse documentazioni per attestare il reddito della persona la non morosità, il fatto che non vi siano debiti o fallimenti pendenti a suo carico.

Inoltre, in genere l’agenzia immobiliare richiede il pagamento anticipato di tre mesi del canone.

Gli affitti poi hanno un costo notevole, soprattutto nei cantoni di lingua tedesca. Molte persone infatti preferiscono inizialmente abitare fuori dalle città principali, dove gli affitti sono leggermente inferiori, per poi riuscire a trasferirsi nei centri urbani più grandi.

Inoltre non va dimenticato che in molti cantoni è obbligatoria l’assicurazione sulla casa. Oltre al fatto che in Svizzera l’assicurazione sanitaria è privata ed ha costi elevati, così come i trasporti e le bollette sono delle spese da non sottovalutare.

Dunque, la Svizzera offre indiscutibilmente ottimi servizi, una qualità della vita molto alta, un basso livello di criminalità a fronte però della necessità di avere un lavoro adeguato che permetta di godere dell’agio e della bellezza che sono offerti da questa terra d’Oltralpe.

Se la svizzera è troppo difficile puoi sempre emigrare in germania, essendo in unione europea la strada per un italiano è più semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.