Come emigrare in Australia

L’Australia è un paese con una economia e una politica che sono caratterizzate da una certa stabilità, per cui è una tra le mete più ambite per trasferirsi in maniera definitiva. Il lavoro non manca e gli stipendi sono alti, comunque in linea con il costo della vita che è tra i più alti del mondo, dopo alcuni stati europei. Per emigrare in Australia comunque occorre prima informarsi su quali sono i documenti di cui si ha bisogno. Cerchiamo ora di dare alcune indicazioni fondamentali, per capire come emigrare in Australia:

  • Conoscere la lingua inglese: è fondamentale per vivere e trovare lavoro. Ci si può iscrivere ai numerosi corsi di lingua oppure si può fare un’esperienza lavorativa molto semplice da trovare, nella quale si abbia l’opportunità di imparare la lingua, come ad esempio nel campo della ristorazione;
  • Il visto: per i primi tre mesi fino ad un massimo di un anno è possibile avere un visto turistico. Questo però permette di viaggiare, studiare, fare colloqui di lavoro ma non  si può percepire una paga. Esiste poi il visto vacanza-lavoro per coloro che non hanno 31 anni, dura un anno e può essere rinnovato per un solo altro anno, se si è lavorato almeno 88 giorni in area regionale. Se si hanno più di 31 anni esiste lo student visa, per coloro che vogliono studiare in Australia. Per coloro che desiderano lavorare in Australia si può richiedere anche uno sponsor visa, ovvero un visto in cui è l’azienda che assume che fa sponsor per garantire il contratto da 2 a 4 anni, valutando il fatto che la posizione lavorativa non poteva essere coperta da personale già residente. Il Business Visa invece è dedicato a coloro che vogliono aprire un’impresa o entrare in società, così da dimostrare l’investimento in territorio australiano. Vi è anche il visto per coloro che hanno particolari skills professionali in quel momento necessarie al territorio e gli elenchi sono indicate nella lista delle professioni richieste in Australia. Infine esiste il visto per il ricongiungimento familiare.
  • Per lavorare: occorre avere un codice fiscale australiano, un conto in banca, una sim telefonica australiana e un curriculum redatto secondo gli standard della nazione;
  • Residenza permanente: permette di accedere a tutte le agevolazioni sanitarie, di acquistare un casa, chiedere prestiti e si ottiene dopo due anni di lavoro sponsorizzato. Oppure si ottiene con il visto business o per ricongiungimento familiare;
  • La cittadinanza: si ottiene dopo la residenza permanente e a seguito del superamento di un esame che prevede 20 domande sulla cultura, lingua, storia, economia dell’Australia.
  • Alti stipendi e alto costo della vita: così sono alti anche gli affitti, per questo si consiglia di trovare un lavoro prima di arrivare sul posto, onde evitare di spendere ingenti risorse economiche.

Per essere aggiornati sulle ultime leggi occorre sempre fare riferimento all’Ufficio Immigrazione Australiano. Occorre sottolineare comunque che non è semplice trasferirsi in Australia, in quanto è il paese è abbastanza selettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.