Come abbassare le spese in bolletta, i migliori consigli

Viviamo un periodo particolarmente controverso e, soprattutto, complicato per la stragrande maggioranza delle famiglie. La crisi energetica ha condotto ad un notevole ridimensionamento del consumo delle risorse da parte delle persone, oltre a numerosi compromessi e sacrifici a cui interi nuclei hanno dovuto sottoporsi per non rischiare collassi in bolletta. Oggi, la situazione sembra essere leggermente rientrata, pur non essendo neanche lontanamente vicina a tornare agli equilibri del recente passato. In un contesto di piena crisi energetica, insomma, la gente prova a cercare soluzioni sempre diverse per risparmiare.

Attualmente, risparmiare in bolletta non significa necessariamente dover stringere la cinghia. Fortunatamente, infatti, è possibile trovare delle valide soluzioni alternative con le quali assicurarsi cifre più umane alla fine del mese, senza dover fare sacrifici troppo ingenti. Si tratta di possibilità da valutare assolutamente, soprattutto nelle famiglie che badano a spese, essendo l’inverno sempre più vicino e la necessità di accendere i riscaldamenti in casa sempre più fattiva. Capire come risparmiare energia elettrica è il primo passo per tagliare i costi in bolletta.

Questo approfondimento è dedicato proprio ai metodi migliori per, da una parte, salvare qualche soldo alla fine del mese e, dall’altra, ridurre notevolmente l’impronta ambientale, utilizzando le risorse energetiche a propria disposizione in maniera più responsabile e attraverso un atteggiamento maturo e sostenibile con il quale ridurre l’impronta di carbonio nel proprio piccolo.

Fonti di energia alternative: il micro-eolico domestico

La prima soluzione, più radicale ma anche notevolmente efficace in termini di sostenibilità riguarda l’utilizzo di risorse alternative per i propri dispositivi elettronici e come fonte di energia in generale. Sotto questa voce, ricoprono un ruolo molto importante le energie rinnovabili e, più in generale, i nuovi ritrovati tecnologici con i quali poter attuare questa piccola rivoluzione ecologica.

Un delle migliori soluzioni che ci preme citare in questo caso è costituita dalle turbine eoliche domestiche. Si tratta di sistemi realizzati in fibra di carbonio e acciaio e rivestite in legno, utilizzabili appositamente per dare energia in casa. Piacevoli anche alla vista grazie ad un’estetica accattivante, questi sistemi presentano dimensioni ridotte per l’utilizzo negli ambienti privati. Installare un impianto micro eolico da 3kw in casa è l’ideale per attutire notevolmente i prezzi dell’energia.

Utilizzare dispositivi a basso consumo

Un altro modo, molto efficace per risparmiare in bolletta è quello di investire negli elettrodomestici e nei dispositivi elettronici presenti in casa, utilizzando quelli di ultima generazione con elevate classi energetiche. I consumi altamente efficienti di questi dispositivi garantiscono una notevole riduzione dei consumi, mitigando la spesa iniziale. A parte questo, ci sono diversi bonus e incentivi fiscali sull’acquisto di questi dispositivi, che possono rendere l’investimento più contenuto ed incentivare le persone ad acquistarli.

Attenzione ai sistemi in standby

In molti credono che, non utilizzando un device elettronico, esso non consumi risorse. In realtà, l’energia bruciata dagli elettrodomestici in standby costituisce una percentuale di consumo in bolletta, seppur minima. Chi intende risparmiare in bolletta, quindi, dovrebbe staccare l’alimentazione a tutti quegli elettrodomestici che, quando non vengono utilizzati non necessitano di energia. Ad esempio, è impensabile togliere l’alimentazione al frigorifero, ma non si può dire lo stesso per i televisori, i PC fissi in standby ed il forno a microonde, ad esempio.

Illuminazione a LED

Oggi, la stragrande maggioranza delle persone che acquista o ristruttura casa predilige lampadine a basso consumo e ad alta efficienza. Stiamo parlando dell’illuminazione a LED, ossia di un investimento sicuro ed affidabile che permette, oltre a ridurre i consumi, salvare l’ambiente e abbassare il prezzo in bolletta, di affaticare meno la vista anche in condizioni di utilizzo più intensivo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.