6 modi per ridurre l’uso della plastica in casa

La tutela dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico sono emergenze sempre più pressanti. La sostenibilità ambientale è finalmente entrata tra le principali priorità di tutte le agende politiche, con esiti non sempre concreti.

Non è facile invertire la rotta. Occorre infatti mettere in atto un radicale cambiamento dei modi di produrre e consumare che si sono consolidati negli ultimi secoli. È uno sforzo collettivo che deve partire da ciascun individuo.

Tra i principali problemi che affliggono l’ambiente c’è lo smaltimento dei rifiuti, soprattuttodella plastica. La sua diffusione e persistenza nel tempo causa gravi problemi agli habitat naturali e ridurla è ormai un imperativo.

Ecco 6 semplici azioni che possono fare una grande differenza.

1. Riduci l’uso di bottiglie

Non tutti amano bere l’acqua del rubinetto. Le proprietà organolettiche dell’acqua, i trattamenti a cui è sottoposta per garantirne la qualità e lo stato delle tubature possono alterarne il gusto. Tuttavia preferire l’acqua imbottigliata è una scelta poco sostenibile.

Se proprio non si vuole rinunciare a godere di un’acqua buona, meglio installare un depuratore acqua domestico in grado di filtrare e trattare l’acqua. Basta pensare a quante bottiglie di plastica in meno si utilizzerebbero anche nel giro di poco tempo per capirne l’importanza.

2. Usa borse riutilizzabili per le spesa

Nonostante i provvedimenti che hanno introdotto l’uso dei sacchetti riciclabili, in molte situazioni vengono ancora utilizzati i classici sacchetti di plastica.

Per essere certo di non perpetuare questa pratica dannosa per l’ambiente, meglio portare sempre con sé una borsa di tessuto riutilizzabile e capiente in cui riporre gli acquisti.

3. Scegli imballaggi ecologici

Molte aziende stanno sposando la causa ambientale e, per fortuna, stanno attuando soluzioni concrete. È sempre più facile trovare tra gli scaffali del supermercato prodotti con imballaggi plastic free.

Gli imballaggi costituiscono gran parte dei rifiuti che produciamo, perciò optare per imballaggi sostenibili è una scelta giusta e sensata.

4. Acquista prodotti sfusi

Se si vuole eliminare il problema a monte, allora si potrebbero eliminare proprio gli imballaggi.

Non sono ancora molto diffusi, ma cominciano a fare la loro apparizione i negozi che vendono prodotti sfusi, sia cibi e bevande, che prodotti per la cura della persona e della casa. In questi casi si possono portare da casa i propri contenitori e riutilizzarli a ogni acquisto.

5. Riduci l’uso di accendini

Gli accendini usa e getta hanno una durata piuttosto breve, ma sono difficilissimi da smaltire. Un accendino si usa solo per qualche mese e questo poi può rimanere inalterato per centinaia di anni. Non è uno speco assurdo? Meglio optare per gli accendini ricaricabili.

6. Riusa e ricicla in modo creativo

Vista la capillare diffusione della plastica, ad oggi è ancora molto difficile condurre una vita 100% plastic free, ma bisogna esse comunque consapevoli delle conseguenze delle nostre azioni. Perciò, prima di buttare un oggetto di plastica pensa alla seconda vita che potresti dargli.

È inutile sognare un mondo più pulito senza agire. Ognuno di noi, nel suo piccolo, può cominciare a cambiare le proprie abitudini e, come un piccolo ma indispensabile pezzo di un puzzle, contribuire a completare la grande immagine.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.