About the author

Related Articles

17 Comments

  1. 1

    luigina

    ho seguito le istruzioni della prima soluzione. Il chewing é venuto via che é una meraviglia, ma in seguito l’alone scuro -che ho anche provveduto a strofinare con un sapone per le macchie prima di mettere la camicia in lavatrice-, si é trasformato in una macchia biancastra, sigh.. Una camicia blu di mio marito, nuova …
    Qualche altra idea ?

    Reply
  2. 2

    emanuelalongo

    ciao luigina, il fastidioso alone compare praticamente sempre :(… io ho risolto lavando il capo (non era tanto scuro) con acqua e aceto (puoi anche provare a tamponare solo la macchia prima di rilavarla in lavatrice)… fammi sapere se il problema così è risolto! 🙂

    Reply
  3. 3

    luigina

    Grazie per la risposta. Adesso che é asciutta la macchia é tornata ad essere scura, il tessuto un po’ indurito, forse non ho tolto bene la gomma, ricomincio da capo.

    Ciao Luigina

    Reply
  4. 4

    emanuelalongo

    ma di nulla! 🙂
    se oltre alla macchia il tessuto risulta ancora “incrostato”, vale la pena riprovare uno dei due metodi illustrati… spero possa funzionare dopo il secondo tentativo!

    Reply
  5. 5

    Giulia

    Grazie del bel consiglio, ho giusto un’intera gomma da masticare sulla magliettina di mio figlio. Adesso mi metto all’opera con il ferro da stiro.
    Giulia

    Reply
  6. 6

    emanuelalongo

    Ciao Giulia :). Facci sapere se l’oprazione “stacca chewing-gum” è andata a buon fine!

    Reply
  7. 7

    Franco

    Leggere tutto il testo prima di fare qualsiasi cosa.
    Ho sfiorato una gomma americana freschissima, e sono riuscito a rimuoverla praticamente tutta e subito semplicemente con le mani ed un fazzolettino di carta, ma era rimasto un velo, sul pantalone, così sottile che non andava via né con il freezer e né con il ferro da stiro e la carta assorbente.
    A questo punto mi son ricordato di aver scoperto, da ragazzo, come fosse impossibile mangiare cioccolato se in bocca avevo una gomma. Infatti il cioccolato, o gli oli in esso utilizzati, la sciolgono in qualcosa di semiliquido e filante.
    Così, memore di questa cosa, ho deciso di rischiare: ho usato la Nutella!
    Utilizzando una di quelle palette per prendere le fette di torta, l’ho spalmata per bene e senza lesinare sulla gomma, premendo un po’ cercando di fare in modo che penetrasse a fondo.
    Poi ho lasciato riposare per qualche minuto, circa 3-5 minuti, ed ho messo l’impacco sotto il getto di acqua calda del rubinetto, mediamente forte: ho subito notato come in mezzo alla Nutella si era formata una pappina molle: era la gomma in emulsione con la Nutella! Ho favorito la rimozione sotto il getto con una lama sottile, a mo’ di raschietto, ed anche raschiando con l’unghia, ove mi sembrava più opportuno fare così.
    Poi ho insaponato per bene l’alone rimasto, energicamente, ed ho risciacquato abbondantemente e più volte: provando a guardare in controluce se fossero rimasti residui. La prova del nove l’ho avuta a capo asciutto: la gomma era andata via, ma era rimasto un fetente alone sul marroncino: la Nutella!
    Non mi sono perso d’animo, e pensando alla lavatrice come estrema ratio, ho rieseguito l’insaponatura a mano, energica, passandoci sopra anche una spazzola da bagno.
    Ho risciacquato per bene, e messo di nuovo ad asciugare: risultato perfetto!
    Devo comunque far notare che il mio pantalone estivo era di color sabbia: non saprei sul bianco, o su altri colori, cosa potrebbe risultare.
    Suggerisco, perciò, prima di proseguire, di assicurarsi di essere perfettamente in condizioni di rimuovere le tracce di Nutella.
    A me è andata bene, ma non mi assumo nessuna responsabilità per quello che potrebbe capitare a chi volesse mettere in pratica il metodo da me utilizzato: ognuno, eventualmente, lo farà a proprio rischio e pericolo.

    Reply
  8. 8

    085

    Grazie per i consigli….

    Reply
  9. 9

    nello

    Voglio aggiungere anche la mia esperienza che in qualche maniera è stata indotta da quanto descritto da Franco. In effetti, mi sono ricordato che quando ero bimbo, aggiungendo una caramella mentre masticavo la gomma americana, questa si ammorbidiva al punto da disgustarmi. Quindi per togliere un residuo di cheeving gum da una polo che era stata contaminata nella parte posteriore/inferiore, ho iniziato con il ferro da stiro. Tuttavia, un po’ della materia era rimasta tra le fibre. Allora ho fatto così: ho scaldato due dita d’acqua e vi ho sciolto 5-6 cucchiaini di zucchero, immergendovi poi per qualche secondo la parte macchiata. Ho strofinato un po’ così e poi con l’aiuto del sapone di marsiglia e…. oplà la macchia se ne è andata!
    Spero di essere stato utile.

    Reply
  10. 10

    Dunni

    Scrivo subito il mio riuscito tentativo, effettuato con le istruzioni di nello, di rimuovere un terribile chewinggum da un paio di pantaloni di tutadi mio figlio.
    Non avendo voglia di accendere il ferro (anche perche’ e’ una tuta da calcio di triacetato che non si stira) ho immerso la parte nell’ acqua calda zuccherata ben bene per circa 3 minuti e poi con la spazzolina e il getto dell’ acqua di rubinetto calda ho staccato le particelle fino all’ ultima! Fate attenzione a non riposizionare i pezzetti depositati sulla spazzola di nuovo sul capo!!! Poi sapone di marsiglia PERFETTO!!!!!

    Reply
  11. 11

    elena

    Mi piace la collaborazione.
    Io ho tolto il cheving-gum dai vestiti , dai seggiolini della macchina e dalle scarpe.
    Prima ho cercato di toglierne con le mani il più possibile e poi ho usato il nastro adesivo di tela. Con la parte adesiva ho tamponato, iniziando dall’esterno della macchia e ho continuato fino alla sparizione completa della stessa. Non mi sono rimaste macchie scure.
    Spero di essere stata utile.

    Reply
    1. 11.1

      maria

      grazieeeeee hai salvato il mio piumino nuovo. La gomma è venuta via in due minuti veramente eccezionale

      Reply
    2. 11.2

      Laura

      Ma il nastro adesivo di tela qual è?

      Reply
  12. 12

    Pierrot

    Potete provare anche con maionese (crea un’emulsione), aceto di vino (solvente), WD40 (olio minerale che diminuisce l’attrazione molecolare con le fibre di tessuto), bianco d’uovo (personalmente mai provato).
    Sono i rimedi degli americani: quasi nessuno da loro ha più un ferro da stiro in casa.

    Reply
  13. 13

    Laura

    Ciao a tutti,
    ho un problema grossino…il mio cane ha calpestato, senza che me ne accorgessi, un chewing gum sul marciapiedi. Bello molliccio, evidentemente, perché poi mi è salito in macchina (auto che ha un anno…perciò nuova) e solo una volta arrivata e fatto scendere il cane, ho trovato il chewing gum appiccicato per tutto il sedile. Sedile nero, chewing gum bianco. Ho cercato di toglierlo ma filava da matti, mi sono rimasti rimasugli appiccicati perfino sulle plastiche (proverò con lo scotch), però il sedile non è sfoderabile e, visto che la macchina è nuova, non vorrei rovinarlo, quale metodo è migliore? (considerato anche che non penso di arrivarci con il ferro da stiro, perché non ho prese così vicine…)
    GRAZIE!!!

    Reply
    1. 13.1

      Laura

      ..considerate anche che non riesco a lavarlo dopo aver utilizzato il metodo, però ho in casa il vaporetto polti, nel caso servisse…

      Reply
  14. 14

    Sassa

    Usare acqua frizzante sulla parte interessata e cancellare con una gomma bianca non abrasiva. Provare x credere!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - Comefare.com è un marchio Fair Media Shuttle S.r.l. P.Iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi