About the author

Related Articles

12 Comments

  1. 1

    Io

    Noi abbiamo avuto bar e negozio (anke ingrosso nei primi anni ’80), c’erano (e
    ci sono) rapine rape rapette, e mi scomodai per 2-5 volte per sapere come fare
    ad avere PORTO D’ARMA, e 25 anni fa circa sbirro mi kiese se fatturavamo almeno £ 200.000.000 (£ire 200milioni) anno, e se vengono a farci rapina dobbiamo subire? Negli anni ’80 abbiamo subito 6-7rapine con bottino complessivo intorno £1-1500000, in 1 di queste è stato sparato colpo in terra,
    io ero in giro per pagare tasse e spese varie e diverse volte ho avuto anke £ 5.
    000.000 contanti addosso, e c’erano i+ fessi di me ke avevano porto d’armi perké conoscono o sono amici di colonnelli,ispettori, commissari, dirigenti
    di Polizia Carabinieri Guardia Finanza e altre forze!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Reply
    1. 1.1

      giovanni

      una precisazione per la persona che ha inserito l’articolo in riferimento agli obiettori di coscienza.
      la legge è cambiata nel 2007. a partire da quell’anno è possibile, mediante apposito modulo da inviare a roma, richiedere l’annullamento dello “status di obiettore” e richiedere quindi il porto d’armi.

      giò

      Reply
      1. 1.1.1

        Gianni Vetta

        ciao giovanni grazie per l’aggiornamento, provvediamo subito ad aggiornare l’articolo, sei stato molto gentile!

        Reply
  2. 2

    Mac

    Quanto scritto nell’articolo non è esatto. Ciò che vado scrivendo è rilevabile anche dai vari siti di Prefetture e forze dell’ordine.
    1. Per possedere un’arma non occorre il porto d’arma, ma basta una semplice denuncia di acquisto. Con detto titolo l’arma va custodita all’interno del luogo nel quale è denunciata (casa, negozio, stabilimento, ecc.) e non può da lì uscire. All’interno dello stesso luogo e nelle sue “pertinenze” l’arma può essere anche indossata carica dal proprietario, ma senza che ciò possa essere percepito come un pericolo dell’esterno.
    2. Non risponde a verità che il porto d’arma sportivo ( c.d. potro per Tiro a Volo ) permetta di portare l’arma scarica fino all’installazione sportiva. Detto permesso – oltre che titolo di acquisto di armi – è anche autorizzazione a circolare con arma al seguito ( in condizioni di metallo inerte, cioè o in contenitore chiuso a chiave, scarica e con munizionamento custodito a parte e lontano dai caricatori, o smontanta e separata dal munizionamento ) senza doverne giustificare preventivamente il motivo o denunciar il percorso.
    Cioè posso andare al tiro a segno, in armeria, a una gara, recarmi in un area rpivata nella quale si eserciti il tiro, ecc e posso anche fermarmi a bere un caffè, nel frattempo, purchè l’arma sia ben custodita.
    Detto titolo non scade annualmente, ma è valido 6 anni.
    3. Non è vero che chi possiede un arma da caccia possa portarla fuori casa quando la caccia è aperta. A meno che, oltre al porto d’armi da cacccia non abbia anche la licenza di caccia ( rilasciata su esame specifico ) ed i relativi permessi/inviti ad abbattere per le zone protette ( quasi tutte, ormai ).
    4. La licenza di collezionista non prescinde dalle singole denunce – quando non si tratti di armi rese inerti – e non permette di detenere il munizionamento relativo alle armi possedute.
    5. Il porto d’armi TAV viene rilsciato dalla Questura, quello per difesa dalla Prefettura.

    E’ vero che detenere un’arma comporta delle responsabilità relative anche alla custodia e comporta la conoscenza dei propri limiti e quindi la capacità di agire con giudizio senza cercare di emulare Tex Willer…come del resto richiederebbe anche un’automobile. Peccato che muoiano migliaia di persone ogni anno a causa dell automobili e nessuno si sogna di linitarne l’uso. Mentre per le armi che hanno salvato tante vite – tra le quali la mia – ( e che nonostante le guerre, fanno, in proporzione, meno morti delle auto ) tutti si affrettano a sottolineare la pericolosità.

    Responsabilità non significa solo evitare di prendersi dei rischi, ma anche prendersi carico della propria condizione cioè anche essere preparati a difendersi e, così come è nostra responsabilità informarci di chi sia colui che bussa alla nostra porta, lo può essere anche andare armati se, per luoghi frequentati, per necessità lavorative o condizione di vita o semplicemente perchè vogliamo aiutare i meno coraggiosi/fortunati ( v. polizia, guardie giurate, esercito ) questa è la condizione mgiliore per affrontare gli eventuali imprevisti della nostra quotidianità.

    Reply
  3. 3

    Dario

    @ Prendere Porto D’armi: ma non ti starai facendo un pò di pubblicità? non mi vorre sbagliare ma misà che sei te il gestore di quella fantastica, meravigliosa, eccellente, immancabile guida!

    Reply
  4. 4

    Matteo

    …appunto…come dice Dario…
    Non siamo mica fessi!
    Almeno cambiati il nome!!!,!,

    Reply
  5. 5

    jo

    mi ha fregato 19 euro….per sapere cio ke gia sapevo…e che ti dicono in una qualsiasi armeria

    Reply
  6. 6

    GM

    Prendere Porto D’armi… tu avesti acquistato la tua guida? Non ho dubbi allora che possa essere fantastica, a parer tuo!

    Non buttate soldi, a differenza da quel che dice questo qui su internet si trovano tutte le informazioni, basta solo stare attenti a chi parla per esperienza e competenza ed a chi parla per sentito dire.
    E ve lo dice uno che ha porto d’armi, tre licenze di collezione ed in arrivo licenza di fabbricazione armi comuni da sparo, licenza per accensione di fuochi IV e V cat. ed altre…

    Reply
  7. 7

    Jubeka

    Quando subisci un furto..una rapina.. e non ti sei saputo difendere la prima cosa che pensi il giorno dopo e’ quella dell’acquisto dell’arma a difesa personale…e questa e’ la cosa piu’ SBAGLIATA alla quale uno possa pensare.
    L’ARMA serve solo in guerra…necessaria direi..!!
    E’ come se ti prendi una MOTO e pensi di andare come Valentino…(95% di quelli che vanno in moto NON sa andare in moto..ndr)…(parlo da ex corridore e ex carabiniere.)
    Un’Arma non fa la differenza…e prima di saperla usare come si deve dovresti fare anni al poligono e anche lezioni tecniche di uso pratico.
    Tu che sei un impiegato di banca o un giornalaio cosa pensi di diventare con un’ ARMA???
    La tua sicurezza prima devi averla sotto il profilo psicologico e ti consiglio corsi di DIFESA PERSONALE..(quelli tosti…e seri..).
    Vedrai che diventerai tu un’ARMA e la tua sicurezza aumentera’….le armi saranno le tue biro…fidati!!
    In Italia se spari e’ colpa tua…e non ti diverti..!!

    Reply
  8. 8

    Gio

    @prendereportodarmi:..io ho una guida su come, in sole 24 ore, andare a fare in c#lo. Per te, invece che 257€, solo a 9€…. E con assistenza email !

    Reply
  9. 9

    Savio

    Ciao a tutti volevo chiedere se ne siete a conoscenza se il certificato di idoneità al maneggio delle armi ha una scadenza… Io l’ho preso il 3 dicembre scorso e per lavoro non ho avuto tempo per concludere la procedura… Grazie! 🙂

    Reply
  10. 10

    massimo

    ciao io o 20 anni volevo un informazione fino a ieri avevo 5 ragazzi sopra con catene e coltelli ora volevo sapere io per legittima difesa posso prendere il porto darmi??

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015 - Vietata la riproduzione dei contenuti - Comefare.com è un marchio Fair Media Shuttle S.r.l. P.Iva 05136530960 - Disclaimer - Pubblicità

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi